Aumento costi energia

Pubblicato il 21.09.2022

Aumenti luce e gas: come risparmiare?

Che disastro i costi dell’energia.

Le bollette luce e gas lievitano di mese in mese e non basta più cambiare periodicamente il fornitore.

Si perché le offerte alla fine si equivalgono. Quello che cambia è il prezzo dell’energia, ma spesso il rapporto tra questo e il totale della bolletta lo fa incidere in modo marginale.

Guardati intorno appena scade il periodo in cui il prezzo dell’energia è bloccato

Le cosiddette utility – le aziende che forniscono e gestiscono energia – tendono ad attrarre i clienti con politiche di marketing che bloccano il prezzo dell’energia per 1 o 2 anni. Il prezzo dell’energia è solo una parte del costo totale della bolletta. Spesso i costi indiretti incidono per valori significativi.

In ogni caso è bene rivedere le offerte migliori del momento, non appena finisce il periodo a prezzo bloccato. Oggi la rete abbonda di comparatori in grado di offrirti il contratto più conveniente in base ai tuoi consumi. L’operazione di confronto è piuttosto accurata e una volta stabilito il nuovo fornitore non ti devi più preoccupare di nulla: sostituzione contratto, allacciamenti, pagamenti, sono tutti appannaggio del nuovo fornitore.
Ma con i rincari attuali non basta più selezionare il fornitore migliore; è necessario abbattere i consumi, almeno in attesa di provvedimenti governativi che ci vengano incontro.

Come si risparmiano i consumi di energia elettrica?

  1. Spegni la luce quando esci da una stanza: te lo dicevano da bambino, lo so, ma ora bisogna riabituarsi alle buone abitudini. Se proprio non riesci a tenere sotto controllo lo spegnimento degli interruttori oggi c’ è la domotica che ti viene in soccorso, tramite lampadine smart comandabili anche a distanza dallo smartphone.
  2. Sostituisci le lampadine: le lampadine a led illuminano 5 volte di più di quelle a incandescenza, quindi è possibile ridurre di 5 volte la potenza per avere lo stesso livello di illuminazione; inoltre hanno una durata doppia rispetto alle lampadine a incandescenza e di 20 volte superiore a quelle alogene, pensaci.
  3. Utilizza le ciabatte multipresa con l’interruttore: sono ideali per spegnere con un solo clic più dispositivi: il pc, la stampante, il televisore. La lucina di stand-by accesa 24 ore su 24 consuma fino a 4 watt all’ora per dispositivo. Pensa quanto risparmio con solo un po’ di cura in più.
  4. A proposito di prese, controllane periodicamente lo stato: eviterai sprechi e aumenterai la sicurezza dell’ambiente in cui vivi, evitando spiacevoli rischi di incidenti domestici.
  5. Attenzione agli elettrodomestici: che mediamente incidono per il 30% sul costo della bolletta: se li devi sostituire scegli sempre quelli di classe A col maggior numero di “+”. Il costo più elevato lo ammortizzerai presto con una riduzione dei consumi. Se invece non hai sostituzioni in programma cura la manutenzione di quelli che hai, ad esempio il frigorifero e il freezer devono essere sbrinati frequentemente per non sovraccaricarne il motore e non devono mai essere posizionati vicino a fonti di calore, come il termosifone o il forno.

Come si risparmia sul riscaldamento?

Anche qui puoi fare molto evitando gli sprechi.

  1. Chiudi finestre e tapparelle di notte: eviterai dispersioni di calore d’inverno, di fresco d’estate. Banale ma sempre attuale
  2. Fondamentali i termosifoni: non devono mai essere coperti con oggetti messi ad esempio ad asciugare, ma neanche posizionati dietro a tende, che ne limitano la diffusione del calore. Può essere anzi utile isolarli dalla parete retrostante mediante fogli riflettenti. Anche un banale foglio di carta stagnola può evitare dispersioni. Riguardo al funzionamento è più conveniente dal punto di vista dei consumi mantenere una temperatura costante, compatibilmente con la necessità di spegnerli nelle ore più calde della giornata. Per questo è importante collegarli ad un termostato, che eviti l’eccessivo aumento della temperatura.
  3. I serramenti a tenuta sono determinanti: se gli infissi sono vecchi generano dispersioni di calore e aumentano il consumo del gas. Meglio cambiarli, acquistando doppi vetri con serramenti a taglio termico realizzati in materiali altamente coibentanti come il PVC e il legno, anche approfittando dei bonus esistenti. Se non te li puoi permettere investi piuttosto in paraspifferi, danno un risultato incredibile rispetto al rapporto qualità prezzo.
  4. Non risparmiare sulla coibentazione delle pareti, se stai progettando lavori; ti dimezza le dispersioni, così come l’isolamento adeguato del soffitto con un controsoffitto, che blocca le dispersioni verso l’alto, ti fa risparmiare il 20% di energia termica.

Comprendere quanto si spende per il gas in inverno dipende molto dalla zona d’Italia in cui si abita e dalla temperatura relativa della località. La bolletta media del gas si aggira sui 1000€ all'anno per famiglia, ecco perché è fondamentale sapere analizzare le singole componenti e tenere sotto controllo i consumi senza privarsi della qualità della vita a cui siamo abituati.

Calcola un preventivo assicurazione Casa!

Se non hai ancora calcolato un preventivo online per la tua assicurazione casa, con Allianz Direct puoi farlo in meno di un minuto!

Calcola preventivo
Calcola preventivo Casa